FLC CGIL
YouTube
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3970252
Home » Enti » ISTAT » Milano: dopo l'incontro del 28 giugno ancora poca chiarezza sulla sede

Milano: dopo l'incontro del 28 giugno ancora poca chiarezza sulla sede

Resoconto unitario

02/07/2024
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Sede di Milano: quali scenari si prospettano?

Il 28 giugno si è svolta una riunione in presenza tra l’Amministrazione e i dipendenti dell’UT di Milano.

Il Direttore Generale ha illustrato gli elementi di contesto di quella che ha definito “una normale negoziazione tra Istat e Unioncamere” che detiene la proprietà dell’edificio.

Le ipotesi che si prospettano possono essere temporizzate al breve, medio e lungo termine. In particolare quelle presentate oggi possono essere definite intermedie.

Il Direttore Zaccaria ha quindi illustrato le due ipotesi, entrambe supportate dallo studio degli spazi e del soddisfacimento del fabbisogno attuale del personale (numerosità dipendenti, presenza della sala ristoro, postazioni del Laboratorio ADELE, presenza della sala riunioni).

Premesso che Unioncamere ha la necessità di entrare nuovamente in possesso del secondo piano, che è uno dei due piani occupati dal personale Istat, la prima ipotesi colloca i dipendenti tutti su un piano in stanze da due, tre e quattro persone, rinunciando alla sala riunioni.

La seconda ipotesi prevede il ricorso al desk sharing su un piano, attualmente in una fase pilota per l’Istituto.

Sono stati quindi ascoltate le posizioni dei colleghi, che hanno evidenziato diverse criticità per entrambi gli scenari, ma anche l’opportunità di rimanere in un contesto lavorativo comodo da un punto di vista logistico.

Le Organizzazioni Sindacali:

  • riconoscono l’importanza dell’ascolto delle varie posizioni da parte dell’Amministrazione, anche se tardivo rispetto alla prima comunicazione da parte di Unioncamere (luglio 2023);
  • chiedono che si prosegua con un dialogo costruttivo per garantire il benessere dei lavoratori;
  • al momento escludono l’avvio del desk sharing che si trova ancora, come detto, in una fase pilota per alcuni servizi che volontariamente hanno deciso di aderire. Tra l’altro della fase pilota non sono ufficialmente noti i risultati;
  • rimangono vigili in attesa di analizzare gli sviluppi della trattativa e vagliare nuove possibili ipotesi.

FLC CGIL – FSUR CISL – FGU Ricerca – SNALS-CONFSAL Ricerca – ANIEF Ricerca

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Servizi e comunicazioni

Servizi agli iscritti della FLC CGIL
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter