FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3953115
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: sui concorsi riaperti ci sono vari problemi

ISTAT: sui concorsi riaperti ci sono vari problemi

La FLC scrive all'amministrazione

15/10/2019
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

A una settimana dalla “riapertura” dei termini dei concorsi banditi nel 2018, abbiamo evidenziato in una nota alcuni problemi relativi alla scelta dell’amministrazione.

Innanzitutto la ratio che ha portato a questa decisione non è chiara né univoca.

I posti aggiuntivi dovrebbero corrispondere a una “anticipazione” di quanto già previsto nel Piano di fabbisogno 2018-2020 e nel cosiddetto Quadro Strategico 2019-2021, ma alcuni numeri non tornano. Al I livello infatti tutti i 4 posti sono stati aggiunti sui profili da ricercatore e non, come programmato, anche su quelli da tecnologo.

Livello

Profilo

Posti originari

Posti banditi

Posti aggiuntivi 2019

Posti aggiuntivi 2020

Posti effettivamente aggiunti

Differenza tra posti programmati e aggiunti

I

RIC

8

8

1

1

4

+2

I

TEC

4

4

1

1

0

-2

II

RIC

5

6

1

3

4

0

II

TEC

1

2

1

3

4

0

III

RIC

15

18

1

5

6

0

III

TEC

9

12

1

5

6

0

Totale

42

50

6

18

24

0

Analizzando ulteriormente le motivazioni, ovvero il favor partecipationis, rileviamo che in almeno un caso sono stati cambiati i titoli necessari alla partecipazione. Ci riferiamo alla lettera a) del bando di concorso per primo tecnologo, per il quale sembrerebbe stata “abrogata” la seconda parte della frase originaria, impedendo così la partecipazione anche a candidati che hanno già presentato domanda.

Livello

Profilo

Area

Posti 2018

Posti 2019

Motivo?

III

TEC

A gestionale organizzativa

3

4

dispari

III

TEC

B giuridico amministrativa

2

4

raddoppio

III

TEC

C istituzionale

1

2

dispari

III

TEC

D raccolta dati

2

2

-

III

TEC

E metodologia e comunicazione

2

4

raddoppio

III

TEC

F sviluppo della cultura statistica

2

2

-

III

RIC

A statistiche demosociali

3

4

dispari

III

RIC

B statistiche economiche e contabilità

3

4

dispari

III

RIC

C statistiche geografiche territoriali ambientali

3

4

dispari

III

RIC

D modelli per l'analisi economica

2

2

-

III

RIC

E data science

3

4

dispari

III

RIC

F raccolta dati

2

4

raddoppio

III

RIC

G metodologie statistiche

2

2

-

II

RIC

A architetture informative e motodologiche

3

4

dispari

II

RIC

A statistiche geografiche territoriali e ambientali

1

2

dispari

II

RIC

C tecniche di misurazione e sintesi di fenomeni socio-economici

1

2

dispari

II

RIC

D economia e finanza dell'impresa

1

2

dispari

II

TEC

A gestione e innovazione dei processi organizzativi e giuridico amministrativi

2

4

raddoppio

II

TEC

B informatica

0

2

nuova area

I

RIC

A statistiche economiche

2

4

raddoppio

I

RIC

B statistiche demosociali

2

4

area allargata

I

RIC

C analisi integrate

2

2

-

I

RIC

D architetture informative metodologiche e tecnologiche

2

2

-

I

TEC

A strategia

2

2

-

I

TEC

B gestione dei processi statistici e organizzativi

2

2

-

Il numero di posti incrementati, scendendo al dettaglio dell’area, non ha avuto un’omogeneità di criterio, poiché in alcune aree i posti sono stati aumentati e in altre no, inoltre in un solo caso è stata creata una nuova area (primo tecnologo - area informatica) e in un altro si è “allargata” l’area di partecipazione (dirigente di ricerca - area delle statistiche demosociali).

Se in molti casi l’incremento corrisponde alla ratio del “pareggiare” il numero di posti rendendo effettivamente calcolabile la riserva del 50%, in altri c’è stata una scelta discrezionale, di cui non c’è traccia nelle motivazioni a monte delle delibere di “riapertura dei termini”:

- Al III livello tecnologo le aree B (giuridica) ed E (metodologia e comunicazione) raddoppiano, mentre quella di “raccolta dati” (D) rimane ferma.

- Al III livello ricercatore raddoppia i posti solo l’area di raccolta dati, mentre rimangono ferme quella di metodologia e quella di modelli per l’analisi economica

- Al I livello tra le aree da dirigente di ricerca raddoppiano i posti sia l’area delle statistiche demosociali (che amplia l’ambito di competenza) che quella delle statistiche economiche (pur rimanendo identica la declaratoria).

Ci chiediamo, vista l’assenza di riferimenti nelle delibere, se queste scelte eminentemente politiche siano state adottate dall’organo preposto, ovvero il Consiglio, o da qualche altro livello decisionale che non ne ha evidentemente la competenza e la potestà.

Abbiamo ribadito infine quanto detto un anno fa: è razionale e perfettamente legittimo escludere i candidati interni all’Istat dalle eventuali prove preselettive al III livello, in conformità con quanto lo stesso Istituto decise in merito ai concorsi banditi nel 2010 al VI livello dopo un contenzioso con il personale. Il favor partecipationis potrebbe rendere peraltro più probabile l’eventualità di prove preselettive, aumentando il numero di candidati, sia interni che esterni.

Per quanto riguarda le modalità tecniche di ripresentazione delle domande, pensiamo sia altamente oneroso dover ripresentare la domanda integralmente in caso di aggiunta anche di un solo titolo, in special modo in relazione alla presentazione di titoli “a mano”, possibilità prevista dal bando del 2018. E' inaccettabile in particolare che l’Istituto chieda di portare nuovamente materialmente i “documenti che eccedano il limite di 2 MB, ovvero pubblicazioni/lavori le cui dimensioni rendano difficile la scansione”, se già presentati lo scorso anno e invitiamo quindi gli uffici a predisporre urgentemente una soluzione.

Abbiamo chiesto quindi di procedere con una delibera correttiva che risponda alle esigenze sollevate in questa nota.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter