FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3952007
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: trasferimenti da via Depretis 77: piano di riallocazione e “criteri”

ISTAT: trasferimenti da via Depretis 77: piano di riallocazione e “criteri”

Dopo il verbale di confronto, programmati i trasferimenti decisi dalla direzione

09/07/2019
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Dopo l’incontro sindacale del 20 giugno, è stato concordato un verbale di confronto, che riporta quanto detto nel corso della riunione. Lunedì 8 luglio l’amministrazione ha quindi inviato ai sindacati “i criteri finali elaborati dalla DCME ed il conseguente piano di riallocazione nella versione finale”. 

La FLC proponeva, a seguito dell’assemblea del 18 giugno:

  • di incrementare il numero di postazioni nel polo centrale, usando anche le stanze dei direttori vacanti: il numero è salito fino a 58.
  • di individuare delle postazioni anche nella sede di piazza Marconi: ne sono state trovate 8.
  • di attenuare ulteriormente il criterio dell’unitarietà dei servizi, che non risulta effettivamente più nominato nel nuovo documento DCME.
  • di tutelare – come già nel 2016 – il personale con figli minori di 3 anni: è stato fatto.
  • di individuare procedure chiare ed univoche per tutto il personale interessato. Purtroppo il documento predisposto dalla DCME non consente di comprendere come siano stati usati i criteri utilizzati, oltre alle tutele, per decidere gli spostamenti. In che modo si è “tenuto conto dei tempi di percorrenza”? Non essendo state prodotte liste con graduatorie o punteggi, con quali priorità si procederà ai “rientri” nel polo centrale nei prossimi mesi?

Piani di riallocazione (amministrazione)

Aprile

Giugno

Luglio

99 a Tuscolana

30-40 a Balbo

58 a Balbo

30-40 a Tuscolana

15 a Tuscolana

25-35 a Liegi

18 a Liegi

8 a Marconi

Criteri (documento DCME)

Tutelati

Criteri di preferenza

Legge 104

Tempo di percorrenza (?)

Dirigenti sindacali

Prima preferenza per Liegi e Tuscolana

Figli minori di 3 anni

Nessuno allocato nella sede di maggior disagio

Situazioni di particolare disagio

Pur apprezzando gli sforzi fatti per minimizzare i disagi, le modalità poco trasparenti di gestione – è facile prevedere – non solo lasceranno alcuni colleghi scontenti, ma renderanno impossibile comprendere esattamente perché qualcuno è stato accontentato maggiormente e altri meno: già in questi giorni sono arrivate a singoli colleghi email dalla DCME, che invitano a preparare gli scatoloni, con l’indicazione della sede e della stanza assegnata temporaneamente.

Martedì 9 luglio alle 13 si è tenuto un incontro tra amministrazione e RSU di Roma. Il direttore Falorsi è intervenuto per dire che la situazione è tuttora non definitiva e che è in corso un'operazione di fine tuning, anche se non esiste una soluzione ottimale. La richiesta di tutta la RSU è stata quella di pubblicare la lista con le assegnazioni complessiva, in modo che i lavoratori si possano rendere conto delle scelte compiute dalla DCME e dai tre servizi che la compongono.

Nel pomeriggio di martedì stesso, il direttore Falorsi ha inviato a tutti i dipendenti della direzioni la lista delle persone "al momento" riassegnate nelle tre sedi fuori dal polo centrale (Marconi, Tuscolana e Liegi), specificando che quando arriveranno i numeri definitivi "sarà completato il quadro delle assegnazioni, eventualmente, se necessario, allocando ulteriori persone nelle sedi di Viale Liegi e Via Tuscolana", escludendo quindi piazza Marconi e evidentemente non considerando definitivi i numeri fissati dal piano di riallocazione pubblicato l'8 luglio sulla Intranet.

E' stato inoltre detto dall'amministrazione che entro fine luglio dovrebbe uscire la manifestazione di interessi per la nuova sede al centro.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter