FLC CGIL
YouTube
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3966126
Home » Enti » ISTAT » Notizie » BENEFICI ASSISTENZIALI ISTAT: FORSE UNA PICCOLA SVOLTA?

BENEFICI ASSISTENZIALI ISTAT: FORSE UNA PICCOLA SVOLTA?

Resoconto dell'incontro del 6 ottobre 2022

13/10/2022
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Di seguito il comunicato di resoconto dell'incontro di giovedì 6 ottobre 2022.


BENEFICI ASSISTENZIALI ISTAT: FORSE UNA PICCOLA SVOLTA?

Durante l’incontro con l’amministrazione di giovedì 6 ottobre si è lungamente parlato di benefici assistenziali, toccando tutti i punti rilevanti.

COSTITUZIONE DEL FONDO

Sull’annosa questione del calcolo sbagliato da parte dell’Istat, sembrerebbe che l’amministrazione proporrebbe, dal 2023, un nuovo sistema di costituzione più favorevole, avendo già predisposto uno stanziamento maggiore nella voce di bilancio corrispondente. Ovviamente va verificato a quanto ammonterebbe questo incremento, ma sarebbe finalmente il riconoscimento di una valutazione tecnica che per decenni l’Istat ha sbagliato, come fin dal 2008 la FLC CGIL ha affermato in tutti i modi.

DISTRIBUZIONE DEL FONDO 2020

L’Istat ha proposto una distribuzione del fondo relativa all’anno 2020 che, salvo piccole modifiche, potrebbe essere firmata da subito, per cercare di recuperare parzialmente il ritardo accumulato.

MODIFICHE AL REGOLAMENTO

L’Istat ha proposto alcune modifiche all’attuale disciplinare. Si include, come richiesto, la possibilità di rimborso per le scuole materne anche private, e i contributi per il sostegno allo studio sono estesi a scuole elementari pubbliche e private.

Altre modifiche sono invece non condivisibili, a cominciare dall’eliminazione, dal 2023, del contributo per il mezzo pubblico. Invieremo una nota con le nostre osservazioni.

POLIZZA SANITARIA

L’Istat ha inviato una documentazione relativa a due possibili convenzioni: quella di ASDEP e quella del CNR. In entrambi i casi sembrerebbe che applicare le condizioni di base a tutto il personale esaurirebbe completamente le risorse attualmente stanziate per i sussidi medici, perdendo una parte delle attuali fattispecie di rimborso. Anche aderendo alle condizioni aggiuntive, alcuni rimborsi non sarebbero inclusi (come quello per l’acquisto di lenti). E’ evidente che, al di là di un’analisi più approfondita di vantaggi e svantaggi delle convenzioni, un incremento sostanziale dell’ammontare del fondo potrebbe rendere più credibile la scelta di sostituire l’attuale sistema di rimborsi con una polizza sanitaria collettiva.

FLC CGIL ISTAT, 10 ottobre 2022

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Servizi e comunicazioni

Servizi agli iscritti della FLC CGIL
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter